lunedì 7 novembre 2016

Aggiornamento

Ciao a tutti.

I lavori sono terminati ormai da tre mesi: siamo in attesa che il Comune completi la realizzazione del collettore fognario. Nel frattempo la direzione dei lavori sta preparando la "comunicazione di fine lavori" e la certificazione energetica dell'edificio.

Qualche giorno fa, girando sul web, mi sono imbattuto in un commento di un utente postato su uno dei tanti forum in cui si discute di bioedilizia e di imprese specializzate: venivo tirato in ballo circa l’ipotesi che io fossi non un cliente della Avantgarde Construct bensì un blogger che, dietro compenso, si è prestato a fare pubblicità online a suddetta impresa.

Tengo pertanto a precisare che nella vita, fortunatamente, faccio tutt’altro e non necessito di un blog per arrotondare (ammesso che la tenuta di un blog sia sufficiente a guadagnare qualcosa); ignoro, tra l’altro, la ragione per cui una società dovrebbe affidarsi a un utente privato, pagandolo, per farsi pubblicità piuttosto che investire quella somma in canali di marketing che sarebbero certamente più incisivi!!!

La verità è che io ho tratto beneficio da blog tenuti da altri utenti in cui vi descrivevano caratteristiche e fasi della realizzazione della propria casa: il poter mettere a confronto le varie tipologie di costruzioni realizzate dai vari utenti, o i materiali da ciascuno utilizzati, o la tipologia di impianti installati è stato determinante per creasi un’idea su ciò che desideravo far realizzare; e ho pertanto costruito il mio blog affinché chiunque interessato potesse utilizzarlo come metodo di paragone con la propria esperienza.

Chiarito questo aspetto, rispondo a quanti di voi mi chiedono informazioni sulla mia casa: se sono soddisfatto? se sono pentito della scelta di costruire in bioedilizia piuttosto che in muratura? se c’è stato qualcosa che avrei cambiato o che mi aspettavo andasse diversamente? se le premesse/promesse sono state mantenute? Se il prezzo è rimasto quello definito in fase di contrattazione?

Vi dico subito che la scelta di costruire una casa in legno è praticamente obbligatoria per chi ha avuto la sfortuna di vivere in prima persona il terremoto del 2009 di L’Aquila: si parla spesso di prevenzione, di piani di fuga, di prove di evacuazione; lasciate stare: il terremoto, nei suoi 30 e oltre secondi, non vi da neanche il tempo di capire cosa sta succedendo. Immaginatevi di essere al buio, nel mezzo di una casa che trema paurosamente, con un rumore di esplosione in sottofondo e con tutti gli oggetti che avete intorno che cadono. C’è solo disorientamento e quei 30 secondi bastano a malapena per cercare di capire dove sia la porta per uscire. Se la casa regge quei 30 secondi siete salvi; altrimenti….

A quel tempo, tuttavia, ero un ragazzo di 29 anni, single e con una carriera da costruire: l’evento mi sconvolse non poco ma la voglia di andare avanti è prevalsa. Oggi ho 36 anni, sono padre di due bambini e il terremoto è tornato prepotentemente di attualità: ebbene, nonostante non riesca ancora a completare totalmente il trasloco, avvertite le prime scosse ho preparato una borsa e me ne sono venuto nella mia bella casa antisismica dove ho vissuto la scossa che ha purtroppo devastato Norcia. A parte i lampadari che oscillavano, la casa non si è nemmeno mossa. Mi sono accorto del terremoto solo per le urla dei vicini che vivono in villette di muratura!!!

Detto questo, si può non essere soddisfatti?

L’altro punto di forza è senz’altro l’efficienza energetica della casa in legno: basta dire che in questo momento ci sono 6° e dentro casa siamo a 19°. Ahhhh, la caldaia non è ancora stata messa in funzione.

Qualcuno mi ha chiesto se tutte le premesse sono state mantenute: l’unico aspetto che ha subito cambiamenti è stato il tempo poiché c’è voluto un anno per realizzare casa. Questo dovete metterlo conto: se apportate delle varianti ai progetti originali, se i vicini si rivelano tutt’altro che cordiali, se durante il percorso sceglierete di trasformare la vostra idea di casa in una casa di lusso con finiture di pregio…beh difficilmente la casa si farà in tre mesi…se poi si parla di 215 mq…

Da qui mi ricollego alle richieste sul prezzo: Vi confermo che è rimasto costante. Certo, i cambiamenti sopra descritti hanno avuto un costo ma è stata una nostra scelta. Se non avessimo apportato cambiamenti, la casa sarebbe costata al centesimo quanto contrattualizzato.

A presto!



Nessun commento:

Posta un commento